Tecnologie per la stampa di card

La tecnologia di stampa DIGITALE è usata per produzioni di card di altissima qualità come quella delle carte di credito bancarie, delle quali condividono tutte le specifiche dimensionali e costruttive.
La stampa digitale è caratterizzata da una qualità perfetta, colori brillanti, vividi dettagli e delicate sfumature, l'ideale per produrre Fidelity e Gift Card.
Se richiesto possiamo stampare usando colorti Pantone® in processo offset.

La resa cromatica "full color", la brillantezza dei toni, la ricchezza di dettagli, unite alla delicatezza di sfumature al limite del visibile, consentono la riproduzione di qualsiasi tipo di grafica, senza compromessi di alcun tipo.
Il colore nero, il pià difficile da riprodutte, viene reso perfettamente, con tonalità decisa e copertura compatta. Con l'opzione di stampa opaca si ottene un risultato di grande effetto.
Anche senza ulteriori lavorazioni la card con stampa digitale garantisce un prodotto di qualità senza compromessi.

Il processo produttivo prevede la creazione della card base stampata in quadricromia digitale offset fronte e retro e la successiva personalizzazione o l'applicazione delle tecnologie di identificazione quali microchip o rfID chip per ottenere una SmartCard.

I volumi di stampa partono da da 200 tessere senza limiti superiori. I tempi di realizzazione standard partono da 6 giorni lavorativi dall'accettazione dell'ordine; è disponibile anche il Servizio H48 che prevede la spedizione delle card entro 48 ore dall'ordine, per card con lavorazione di base.


Formato card

Le card di nostra produzione sono principalmente in materiale plastico PVC e sono tutte conformi allo standard internazionale ISO7810 per le dimensioni fisiche (riportate più avanti) e per la forma (angoli arrotondati).
Lo spessore standard delle fidelity card è di 0.76mm (o 760 micron); possiamo fornire anche card in PVC più sottile (es. 0.45mm) o in carta plastificata da 0.30mm.
Le 'rfID Contactless card' hanno uno spessore superiore, 0.82mm o 0.92mm, dato dal layer dell'antenna.

Per l'esecuzione corretta del lavoro ed evitare ritardi all'avvio, vi invitiamo a fornirci il materiale grafico per la produzione delle card seguendo le linee guide che seguono.
Per dubbi o necessità particolari contattateci prima dell'invio.

nero perfetto

I tempi di fornitura ridotti e la possibilità di stampare qualsiati tipo di grafica consentono di far fronte velocemente a tutte le esigenze del mercato e di offrire rapidamente uno strumento unico ed indispensabile per:

  • Carte fedeltà per attività commerciali
  • Associazioni di esercizi
  • Villaggi turistici
  • Campagne pubblicitarie
  • Convenzioni Culturali e artistiche
  • Certificati di autentiticità per gioelli
  • Inviti nominali per cerimonie
  • Lasciapassare e accesso ad eventi sportivi

REQUISITI PER LA STAMPA DIGITALE

La produzione in stampa digitale avviene con un processo simile alla stampa laser su fogli in plastica PVC ('polivinilcloruro'), uno per il fronte e uno per retro. I due fogli vengono quindi ricoperti da un sottile foglio protettivo trasparente (laminazione) e pressati insieme a caldo.
Per finire il prodotto, una fase di tranciatura ritaglia dal foglio assemblato ('wafer') le singole card.

Il posizionamento della grafica al vivo (testi ed immagini) all'interno del rettangolo di stampa (circa 86x54mm) deve essere realizzato lasciando un margine di sicurezza di almeno 2mm dai bordi; in altre parole, la grafica deve stare in un rettangolo massimo di 82x50mm.
L'eventuale motivo o colorazione di fondo deve invece presentare un'abbondanza di 2mm rispetto alla card, ovvero deve occupare un'area minima di 90x58mm.


Formato dei file grafici

I file grafici devono essere sottoposti in uno delle seguenti versioni:

  • Adobe Acrobat formato .PDF (versione preferita) in 'qualità stampa'
  • Adobe Illustrator CS2 (o precedenti) formato .AI
  • Corel Draw in vestione 11, formato .CDR

Per la stampa digitale / offset occorre rispettare integralmente le seguenti regole, pena l'impossibilità di procedere alla stampa oppure ottenere risultati diversi dall'atteso:

  • Tutti i testi devono essere convertiti in tracciati (curve)
  • Lo spazio colore da utilizzare per immagini ed elementigrafici deve essere CMYK (non RGB)
  • Le immagini devono avere una risoluzione minima di 300 DPI, mentre per i loghi o scritte rasterizzate la risoluzione consigliata è di 600 DPI. Risoluzioni superiori sono inutili e appesantiscono i file prodotti
Formato dei dati variabili

Per l'importazione di dati o immagini variabili deve essere fornito un file in formato Excel (o compatibile) tabellare. E' necessario che nel testo non siano presenti lettere accentate, da sostituire con lettera+apostrofo, per evitare possibili problemi di interpreatazione nell'importazione.
Le immagini variabili devono essere contenute in una cartella separata compressa.
La tabella di testo descrittiva deve contenere una colonna con i nomi esatti (rispetto di maiuscole/minuscole), comprensivo di desinenza, del file immagine relativo.

NOTA BENE: i file descrittivi non vengono controllati per la coerenza con le immagini; non ci assumiamo quindi alcuna responsabilità in caso di errore di stampa dovuto a dati incorretti.


Invio dei file

I file devono essere inviati tramite posta elettronica, preferibilmente compressi in formato .ZIP.
Se sono richiesti più file, essi devono essere inseriti in una cartella compressa. Nel caso le dimensioni finali del file compresso sia superiore a 10 MB, per favore contattateci prima per accordi. Eventualmente sarà richiesto l'invio su supporto CD ROM o DVD.


Dimensioni Card


Click per ingrandire



Caratteristiche tecniche

MaterialiPVC, CARTA PLASTIFICATA, PET
Formatimm.85,60 x 53,98 a standard ISO7810
Spessorimm. 0,76 (standard); mm. 0,50; mm. 0,40; mm. 0,30, mm. 0,82; mm. 0,92
Processidigitale, offset, retransfer e termografia
Stampaquadricromia e colori Pantone
BarcodeEAN8, EAN13, Code 39, Code 128, 2/5 interleaved ...
Scratch-Offtermico e label
Banda magneticaLoCo 300 Oe, HiCo 2750 Oe, HiCo 4000 Oe
Memory chipSLE4442, SLE5542, SLE4428, SLE5528 ...
RFID 125KHzTag a bassa frequenza EM4100, EM4102, EM4200 - T5557, T5577
RFID 13.56MHzTag ad alta frequenza Mifare 1k (o compatibili), Mifare 4K; Ultralight
OlogrammaOlogramma 'Genuine Secure' o a scelta del cliente (in base ai volumi)
Fuori formatoTessere scontornate e forate con forma su disegno del cliente


Cenni di teoria del colore

E' interessante considerare che tutte le creazioni grafiche sono realizzate con la visualizzazione su di un monitor e, solo successivamente, stampati su carta o altro supporto.
Ci sono differenze fondamentali su come i vari media visualizzano i colori e vale la pena avene un'infarinata.

I monitor (e in generale molte delle apparecchiature elettroniche) usano la sintesi additiva RGB (Red - Green - Blue), al contrario tutte le stampanti e le pubblicazioni su carta usano la sintesi sottrattiva CMYK (Cyan - Magenta - Yellow - blacK).

sintesi sottrattiva>
				Senza entrare troppo in argmenti tecnici, lo spazio colore" (così si chiama la gamma dei colori visualizzabili) dei monitor è dato dalla combinazione di fasci di luce di colore differente (appunto rosso, verde e blu) che colpiscono l'occhio; quest'ultimo, quando viene raggiunto da una luce costituita da due o più componenti, non è in grado di percepire separatamente le parti: ne elabora invece una sintesi globale, facendoci "vedere" un colore intermedio fra quelli iniziali.

Lo spazio colore degli stampati è costruito invece tramite i pigmenti ciano, magenta, giallo (e nero), che si sovrappongono e si combinano assorbendo ognuno la componente di luce del colore complementare al proprio e riflettendo invece la componente che hanno in comune.

È interessante notare che, mentre nella sintesi additiva il colore ottenuto dalla combinazione di rosso, verde e blu è il bianco, nella sintesi sottrattiva il colore risultante dalla somma di ciano, magenta e giallo è il nero.
La ragione è che avendo ognuno dei colori primari della sintesi sottrattiva (ciano, magenta e giallo) il potere di assorbire una delle tre differenti parti della radiazione visibile, mescolandoli tutti e tre l'intero spettro visibile verrà assorbito e nessuna luce sarà riflessa verso l'osservatore.

È da notare inoltre che i colori CMYK risultano di solito meno brillanti di quelli RGB.
Inoltre, la conversione da RGB a CMYK comporta inevitabilmente una modifica di tonalità in stampa.

sintesi addittiva colori

sintesi sottrattiva colori